Dicembre 2021: oltre il Covid al servizio della popolazione

26/11/2021

L’attuale situazione di complessità sanitaria legata al perdurare della crisi pandemica, tutt’ora in atto, impone anche al sistema delle Società mediche scientifiche affiliate FISM di continuare ad essere protagoniste al di fuori delle corsie, sempre a servizio del Sistema Paese, a fianco della popolazione e a supporto del Servizio Sanitario Nazionale. Sulla base delle recenti determinazioni in sede di Comitato Tecnico Scientifico, sono state assunte le seguenti iniziative, che vedono protagoniste tre società medico scientifiche affiliate ed accreditate presso il Ministero della Salute:

  • Supporto all’adesione alla campagna vaccinale delle donne in gravidanza, con la GIORNATA NAZIONALE DELLA GINECOLOGIA, organizzata dalla Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia – SIGO – prevista per il 9 dicembre p.v.
  • Assistenza nella comunicazione del corretto utilizzo del green pass, alla luce delle recentissime evoluzioni normative in atto, con la GIORNATA NAZIONALE DELLA MEDICINA DEL LAVORO, organizzata dalla Società Italiana di Medicina del Lavoro – SIML, prevista per il 16 dicembre p.v.
  • Supporto con conoscenze specifiche nella Medicina Sociale a tutte le donne affette da patologie oncologiche, con la GIORNATA NAZIONALE DELLA MEDICINA SOCIALE, organizzata dalla Società Italiana di Medicina Estetica – SIME – prevista per il 23 dicembre p.v.

Grazie a queste tre Giornate Celebrative, che impegneranno le singole società scientifiche con Contact Center specifici, riteniamo di contribuire alla migliore diffusione dell’importanza della vaccinazione per tutta la popolazione, ivi compreso l’inoculazione della terza dose, passaggio fondamentale per continuare a fronteggiare l’emergenza da Covid 19.

Con queste iniziative è stata riservata alle donne una particolare attenzione nell’azione congiunta promossa del Sistema delle Società Medico scientifiche, sottolineando come sia importante la vaccinazione anche durante la gravidanza nell’interesse del nascituro, promuovendo un’azione di “medicina sociale” per permettere una migliore diffusione delle evoluzioni compiute dalla medicina estetica a supporto delle cure oncologiche, e senza dimenticare la donna come lavoratrice, inserita e integrata nel tessuto produttivo dell’intero Paese.